IL CIBO È CULTURA ED ESPRESSIONE DEL SUO TERRITORIO

Scopri le nostre ricette a base di olio extravergine di oliva

Dal cuore dell’Appennino lucano, in un terreno di origine vulcanica, nasce Vù, un olio prezioso che regala sensazioni uniche grazie ad un perfetto equilibrio di aromi e di sapori.

Olio Vù presenta un profilo sensoriale ben definito, che costituisce un paradigma per l’intera area. Versatile, è un olio a tutto tondo, adatto sia a crudo, sia in cottura. Basta versarne poco, per conferire gusto, palatabilità e sapidità. Ottimo su antipasti a base di verdure, cotte o crude, o a base di pesce e carne. Ideale per prodotti da forno, pane e focacce, zuppe e minestre. Grazie al suo gusto morbido, fine ed elegante è idoneo con tutte le pietanze a base di pesce, e con qualsiasi metodo di cottura praticato. Le sue note sensoriali mediamente intense lo rendono perfetto anche per i piatti a base di carne. Impareggiabile, inoltre, con latticini e formaggi, oltre che con tutte le possibili verdure, siano esse coltivate o selvatiche.

Olio Vù è l’ingrediente migliore per valorizzare i sapori di ogni cucina.

TORTA SALATA CON FROLLA ALL'OLIO VÙ

ANTIPASTI

TORTA SALATA CON FROLLA ALL'OLIO VÙ

Ingredienti per la frolla:

300g di farina 00
80g di olio extravergine Vù Vùlture DOP
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di lievito istantaneo per torte rustiche
100ml di acqua bollente
Erbe aromatiche tritate (salvia, rosmarino, timo, erba cipollina)

Ingredienti per il ripieno:

300g di cavolo rosso
150g di gorgonzola
Olio extravergine di oliva Vù
Sale q.b
Peperoncino

Descrizione:

La torta salata con frolla all'olio Vù e ripiena di gorgonzola e cavolo rosso, nasce da un'idea de Il Cucchiaio d'Argento, e ben si adatta alla cucina dell'area del Vùlture. Il cavolo rosso infatti ha antiche origine mediterranee e il suo gusto delicato viene esaltato dal gusto leggermente piccante dell'olio Vù.

Preparazione:

Lavare e tagliare a striscioline il cavolo rosso, trasferitelo in una padella e fatelo insaporire con olio, sale e peperoncino.
Togliere dal fuoco quando è ancora al dente e unite 2/3 del gorgonzola a pezzetti, mescolando per farlo sciogliere bene.
Per la frolla setacciare in una ciotola la farina con il lievito, aggiungere il sale, l'olio e le erbe aromatiche; in ultimo versare l'acqua bollente poco alla volta.
Trasferire l’impasto nello stampo per crostate e rivestire il fondo e i bordi. Distribuire il cavolo rosso e abbassare i bordi di pasta frolla. Infornare a 180° per 20-25 minuti quindi distribuire sulla superficie il rimanente formaggio a tocchetti e proseguire la cottura per altri 5 minuti.

MUFFIN SALATI ALL'OLIO VÙ

ANTIPASTI

MUFFIN SALATI ALL'OLIO VÙ

Ingredienti:

100g farina di farro
100g farina 00
1 bustina di lievito per torte salate
3 uova
170g di zucchine
80g di olio extravergine di oliva Vù
100g di groviera grattuggiato
70ml di latte
1 cucchiaio di miele di castagno
Sale q.b

Descrizione:

La ricetta dei muffin salati all'olio Vù,con miele e zucchine, è stata pensata e realizzata grazie ad una collaborazione con Il Cucchiaio d'Argento.

Preparazione:

Per preparare i muffin salati all'olio, miele e zucchine cominciate lavando e spuntando le zucchine, quindi grattugiatele grossolanamente. Grattugiate anche il groviera. Battete le uova, unite mezzo cucchiaino di sale e l'olio.
Proseguite aggiungendo il latte, il groviera, le zucchine, il miele e per ultimo il mix di farine e lievito mescolando bene.
Distribuite l'impasto nei pirottini di carta per muffin e cuocete in forno a 180° per 15-20 minuti.
Per verificare la cottura, utilizzate la "prova stecchino".

PURÈ ALL'OLIO VÙ

CONTORNI

PURÈ ALL'OLIO VÙ

Ingredienti:

1kg di patate
160g di Olio Vù
12g di sale
700g di latte

Descrizione:

L'olio del Vùlture Vù viene rivisitato dallo showcooking dello chef Moreno Cedroni che durante la serata di presentazione ufficiale di Olio Vù realizza questa ricetta pensata appositamente per far risaltare tutto il gusto dell'olio Vùlture Dop. Il purè si sposa ben con delle capasante leggermente bruciacchiate.

Preparazione:

Lessare le patate per 7 minuti in microonde, chiuse all’interno di un sacchetto per alimenti trasparente,in modo che si cucinino grazie all’acqua già presente all’interno della patata.
Estrarle, sbucciarle, schiacciarle e mantenendo una temperatura costante di 50°C col termometro, aggiungere prima i grassi: incorporare l’olio, poi il latte. Assaggiare e regolare con il sale. Il purè si accompagna bene con delle capasante fresche scottate in padella e lasciate leggermente bruciacchiate.

FROLLINI ALL'OLIO VÙ CON CIOCCOLATO E NOCCIOLE

DOLCI

FROLLINI ALL'OLIO VÙ CON CIOCCOLATO E NOCCIOLE

Ingredienti:

300g di farina 00
100g di zucchero
100g di nocciole
80g di olio extravergine di oliva Vù
40g di cacao amaro
100g di gocce di cioccolato fondente
1 bustina di lievito
Latte q.b

Descrizione:

L'olio del Vùlture Vù viene rivisitato da Il Cucchiaio d'Argento mediante una ricetta originale, gustosa e facile da realizzare. I frollini al cioccolato e nocciole risaltano grazie al gusto leggermente mandorlato di Olio Vù.

Preparazione:

Setacciare la farina con il lievito e il cacao, unire lo zucchero e le nocciole tritate grossolanamente. Aggiungere l'olio d'oliva e le gocce di cioccolato, mescolando fino a ottenere un composto granuloso.
Continuare a lavorare il composto aggiungendo il latte. Stendere poi l'impasto in uno spessore di circa 1 cm e mezzo e ricavare i biscotti con l'aiuto di uno stampino tondo.
Posizionare infine i biscotti, distanziandoli tra loro, su una placca rivestita di carta forno e cuocere a 170° per 15 minuti circa.

CIAMBELLA ALL'ARANCIA E OLIO VÙ

DOLCI

CIAMBELLA ALL'ARANCIA E OLIO VÙ

Ingredienti:

3 uova
250g di farina 00
1 bustina di lievito per dolci
240g di zucchero semolato
100ml di olio evo Vù
Buccia grattugiata di 1 arancia
Il succo di 2 arance
1 pizzico di sale
Zucchero a velo q.b.

Descrizione:

La ciambella alle arance è un dolce molto facile da preparare: la presenza dell'olio d'oliva Vù e del succo di arancia lo rendono leggerissimo e adatto a tutti, soprattutto a chi soffre di intolleranze al lattosio, totalmente assente in questa ricetta.

Preparazione:

In una ciotola rompere le uova e unire lo zucchero. Montare con un frullino elettrico, fino a quando il composto è diventato chiaro e diluirlo con l'olio, continuare a mescolare.
Grattugiare la buccia di un arancia e spremere il succo di due, quindi unire tutto al composto. Setacciare poi la farina con il lievito e un pizzico di sale e aggiungerli poco alla volta al composto di uova.
Riempire uno stampo a ciambella e cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 40 minuti. Capovolgere infine lo stampo e far raffreddare il dolce prima di sformarlo. Decorare con lo zucchero a velo.

POLLO MARINATO ALL'OLIO VÙ

SECONDI

POLLO MARINATO ALL'OLIO VÙ

Ingredienti:

6-8 pezzi di petto di pollo
100g olio evo Vù
60g di succo di limone
1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata
2 cucchiaini di sale alle erbe
pepe macinato fresco

Descrizione:

Il Il Cucchiaio d'Argento con questa ricetta insegna che il segreto di un buona marinatura sta negli ingredienti di ottima qualità, che donano gusto e vivacità anche a carni semplici come il pollo.

Preparazione:

Preparare il petto di pollo eliminando filamenti, pelle e ossicini. Dividerlo in porzioni più o meno uguali e fare dei tagli obliqui, non troppo profondi,per aiutare a far assorbire meglio la marinata. Infilare il pollo in un sacchetto per alimenti.
Per la marinata: in una ciotolina unire all'olio Vù il succo e la buccia grattugiata del limone, il sale alle erbe e il pepe e versarla poi nel sacchetto insieme al pollo. Chiudete e massaggiate per amalgamare bene al pollo. Lasciare riposare in frigo per 6-8 ore.
Preparare la griglia o bistecchiera ungendola con poco olio e farla scaldare a calore medio. Scolare leggermente il pollo dalla marinatura e cuocere per circa 4 minuti per lato. Potete prolungare la cottura di un paio di minuti, senza eccedere, per evitare che la carne si secchi.

BRUSCHETTE DI BACCALÀ ALL'OLIO VÙ

ANTIPASTI

BRUSCHETTE DI BACCALÀ ALL'OLIO VÙ

Ingredienti:

300 gr di baccalà ammollato (in un pezzo)
1 spicchio d'aglio
1 foglia d'alloro
3-4 fette di pane casereccio
200g di pomodori datterini
Olio extravergine di oliva Vù q.b
Sale q.b

Ingredienti per la maionese all'olio:

Pelle del baccalà
50ml di olio Vù
20ml di acqua di cottura del baccalà
2 spicchi d'aglio
Sale q.b.
Pepe q.b.

Descrizione:

Questa ricetta è stata realizzata dallo chef stellato Moreno Cedroni durante il suo showcooking alla serata di presentazione di Olio Vù a Milano.

Preparazione:

Cuocere il baccalà portandolo a bollore con la foglia di alloro e uno spicchio d'aglio per 15 minuti, dopo averlo lavato ed aver eliminato pelle e spine.
Sfaldare la polpa del baccalà in pezzi non eccessivamente grandi, metterla in una ciotola e condirla con olio Vù, e coprirlo con pellicola. Mondare i pomodorini, tagliateli a pezzetti e conditeli con l'olio e sale.
Mettete la pelle del baccalà avanzata nel bicchiere di un frullatore a immersione insieme all'olio, 20 ml di acqua di cottura del baccalà, un pizzico di sale e pepe.
Frullare fino ad ottenere una salsa consistente quanto una maionese morbida (se troppo densa aggiungere ancora un filo d'acqua di cottura) e filtrarla.
Abbrustolire le fette di pane, e disporle su un piatto con i pomodorini, il loro succo, il baccalà e la maionese all'olio Vù.

ACQUASALE

PRIMI

ACQUASALE

Ingredienti:

2 fette spesse di pane casereccio
2 uova
350g di acqua tiepida
30g di cipolla tagliuzzata finemente
2 peperoni cruschi spezzettati
60g di olio d’oliva extra vergine
Sale q.b.
Ricotta salata

Descrizione:

Questa ricetta tipicamente contadina, e conosciuta da sempre in Basilicata, è semplice e veloce da preparare, in più è perfetta per consumare il pane raffermo.

Preparazione:

Mettete in un tegame l’olio extra vergine di oliva; fatelo riscaldare e aggiungete la cipolla tagliuzzata finemente.
Fate soffriggere e dopo qualche minuto aggiungete i peperoni cruschi tagliuzzati (o il pomodoro e il peperoncino piccante).
Sfriggete e dopo poco versate l’acqua tiepida e salate, aspettate che cominci a bollire. Unite le uova e rimestate delicatamente affinché non si rompano.
Distribuite, infine, il tutto nei piatti nei quali avrete messo il pane, spezzettato, che al contatto del liquido si ammorbidisce pur rimanendo calloso.
Nel caso lo voleste sarebbe ottimale una spolverata di ricotta salata.

STRASCINATI CON SALSICCIA E RICOTTA

PRIMI

STRASCINATI CON SALSICCIA E RICOTTA

Ingredienti:

400g di farina di grano duro
200g di ricotta di pecora
150g di salsiccia
2 cucchiai d’oliva extra vergine
Prezzemolo q.b.
Peperoncino rosso piccante q.b.
Pecorino grattugiato q.b.
Sale q.b.

Descrizione:

Siamo nel Sud e la pasta fatta a mano è d’obbligo. Si prepara ancora con tecniche antiche e l'uso di speciali arnesi come le "cavarole", nel caso degli «strascinati», che sono piccoli taglieri in legno zigrinati, fabbricati dai pastori durante le lunghe ore di solitudine nei pascoli.

Preparazione:

Impastare la farina con il sale e acqua tiepida ottenendo un impasto compatto ed elastico. Lasciare riposare per qualche minuto e poi lavorare l'impasto per ottenere dei lunghi cilindri del diametro di 1 cm. Infarinare i cilindri e tagliare dei pezzi della misura di 3 cm. circa. Premere con le dita di una mano sostenute dalla pressione dell'altra trascinando il piccolo cilindro sul tagliere in modo da ottenere una pasta allungata: gli strascinati. Soffriggere la salsiccia a pezzetti in una padella con l’olio d'oliva. Togliere dal fuoco dopo pochi minuti ed unire la ricotta. In ultimo aggiungere gli strascinati lessati in abbondante acqua salata, rimestare, amalgamare il tutto e servire.

BACCALÀ CON I PEPERONI CRUSCHI

SECONDI

BACCALÀ CON I PEPERONI CRUSCHI

Ingredienti:

700/800g di baccalà già ammollato
300g di peperoni cruschi
Olio d’oliva extra vergine q.b.
Un mazzettino di prezzemolo tritato
1 spicchio di aglio
Un po’ di peperoncino rosso piccante
Sale q.b.

Descrizione:

Il baccalà con i peperoni cruschi è una ricetta tradizionale della Basilicata, perfetta per essere preparata al tempo della Quaresima; si tratta comunque di una preparazione molto saporita caratterizzata dal contrasto tra il croccante dei peperoni croccanti ed il morbido e sapido del baccalà.

Preparazione:

Lessate il baccalà in acqua salata, scolatelo, eliminate la pelle e fatelo a pezzetti. Pulite il prezzemolo e tritatelo assieme all’aglio e al peperoncino. Pulite i peperoni cruschi (si tratta di peperoni dolci seccati al sole, prodotto tipico lucano). Con un panno, eliminate i piccioli ed i semini contenuti all’interno, poi a scelta lasciateli interi oppure tagliateli a pezzi. Fate scaldare l’olio in una padella profonda , unitevi un po’ di sale e quando l’olio è caldo gettatevi i peperoni secchi che al contatto con l’olio caldo diventeranno croccanti. Versate i peperoni con il loro olio sul baccalà, cospargete con il trito di prezzemolo e servite subito.

MILLEFOGLIE DI PANE CON BACCALÀ ALL’OLIO VÙ

PRIMI

MILLEFOGLIE DI PANE CON BACCALÀ ALL’OLIO VÙ

Ingredienti:

500g di baccalà dissalato
400ml di latte intero
250ml olio evo Vù
16 fette di pane raffermo tagliate sottili
50ml Olio evo DOP VU’
500g di patate
2g di Zafferano di Sarconi
Pepe Bianco q.b.
Sale q.b.
Peperoni Cruschi n° 6
Polvere di Peperone Crusco

Descrizione:

Questa ricetta è stata realizzata dalla chef Gloria Limongi durante il concorso Jam Cup indetto dalla Federazione Italiana Cuochi, e intende celebrare tutti i sapori della tradizione lucana.

Preparazione:

Disporre le fette di pane su una teglia da forno, cospargerle di olio e farle tostare a 200°C per 5 minuti. Far cuocere il baccalà tagliato a pezzi, spinato e privato della pelle con lo spicchio d’aglio nel latte per circa 15 minuti. Scolarlo, ridurlo in purea e mescolare versando l’olio a filo affinché diventi spumoso. Lessare le patate tagliate a dadi in acqua salata e zafferano. Una volta cotte ridurle in purea, passarle al setaccio e aggiustare la consistenza con dell’acqua di cottura e olio a filo. Regolare di sale e pepe bianco.
Friggere i Peperoni Cruschi in olio e.v.o. DOP Vu’ e farli raffreddare affinché diventino croccanti. Assemblare il piatto alternando le fette di pane e i due composti. Spolverare con scaglie di peperoni cruschi e guarnire il piatto con un’emulsione di olio e.v.o. DOP Vu’ e polvere di peperone crusco.